Spedizione gratuita per ordini superiori a €59
Costo spedizione Italia €8.80

Ovaio policistico, omocisteina e micronutrienti

Ovaio policistico, omocisteina e micronutrienti
2 Marzo 2020 Dr. Maurizio Dattilo

IMPRYL, Ingegneria Metabolica

Il ciclo del carbonio, responsabile dei processi di sintesi cellulare, metilazione del DNA, attività antiossidante endogena e funzione mitocondriale, è regolato dalla disponibilità di specifici micronutrienti. Impryl fornisce tutti questi micronutrienti, dove possibile in forma già attivata così da rendere ininfluenti le comuni varianti genetiche difettive degli enzimi coinvolti.

 

Domanda di brevetto
PCT/EP2016/073942

impryl parthenogen

Ovaio policistico (PCOS): il problema dell’omocisteina

L’ovaio policistico è primariamente una malattia metabolica caratterizzata da disturbi al metabolismo del glucosio ed alla sensibilità all’insulina accompagnati da dislipidemia e da evidenti segni di squilibrio ossidativo.

Tra i segni di squilibrio ossidativo nella PCOS l’aumento del livello di omocisteina plasmatica a digiuno riveste un significato clinico particolare sia per le sue conseguenze negative sia perché lo stesso è correggibile con aggiustamenti alimentari.

L’omocisteina è un aminoacido che si trova al crocevia della più importante e ubiquitaria tra le vie metaboliche, il ciclo dell’unità carboniosa, che sottende alle funzioni metaboliche fondamentali per la crescita e la riproduzione, ovvero epigenetica, difese antiossidanti e produzione di energia cellulare. Carenze dietetiche di micronutrienti esenziali e/o varianti genetiche individuali e/o il carico tossico ambientale possono causare un deficit di smaltimento di omocisteina che si accumula in circolo e nei tessuti causando importanti problemi.

Squilibrio ossidativo in PCOS

Omocisteina             ↑↑       
Malondialdeide        ↑↑ 
ADMA                         ↑↑ 
Ossido nitrico           ↓

Da Murri M et al. Hum Reprod
Update 2013; 19(3)

 

PCOS, insulino resistenza e omocisteina nei follicoli ovarici

ll concetto della distrettualità

L’iperomocisteinemia nella PCOS correla con la resistenza all’insulina.

Solo una parte delle donne con PCOS manifesta insulino resistenza e/o iperomocisteinemia sistemica. Tuttavia insulino resistenza e/o omocisteina aumentata possono essere presenti nel follicolo ovarico anche in assenza di aumenti sistemici.

Il problema può essere confinato ai follicoli

Il sito di maggiore produzione di omocisteina è il fegato e l’omocisteina circolante riflette l’attività epatica. Pertanto, in donne con PCOS senza fattori (es. genetici) aggiunti la sola iperproduzione ovarica non basta a produrre aumenti sistemici (omocisteinemia normale), ma è sufficiente a compromettere la qualità dei follicoli.

Insulino resistenza e aumento di omocisteina possono essere presenti nei follicoli PCOS anche in assenza di aumenti sistemici

 

PCOS, omocisteina e metformina

PCOS, malattia cardiovascolare e metformina

La PCOS condivide diversi fattori di rischio con la malattia cardiovascolare (dislipidemia, ipertensione) e l’uso precoce di metformina, oltre a contribuire a migliorare il metabolismo glicidico, riduce tali fattori di rischio.

Di contro, l’uso cronico di metformina compromette il metabolismo di folati e vitamina B12 e causa un aumento dell’omocisteina, che è essa stessa un fattore di rischio cardiaco.

PCOS, metformina e fertilità

Il trattamento con metformina delle donne con PCOS e resistenza insulinica migliora il metabolismo glicidico e regolarizza il ciclo ma, contrariamente alle attese, non migliora la fertilità. È ipotizzabile che l’effetto benefico di metformina sulla insulino resistenza sia compensato negativamente dal suo effetto sulla omocisteina (follicolare). Pertanto, un efficace trattamento/prevenzione della iperomocisteinemia potrebbe favorire una piena efficacia della metformina.

 

Si calcola che ogni aumento di 5 μmol/L di omocisteina aumenta di circa il 20% il rischio di eventi cardiovascolari, indipendentemente dai fattori di rischio tradizionali

Humphrey LL, Mayo Clin Proc  2008;
83(11): 1203–1212

PCOS, omocisteina e fertilità

 Omocisteina e qualità follicolare

L’aumento dell’omocisteina esprime una sofferenza metabolica con carente attività epigenetica ed antiossidante ed è per definizione nemica della riproduzione. Nelle donne con PCOS il problema dello squilibrio metabolico sembra avere un ruolo primario.In PMA, l’omocisteina follicolare correla negativamente con la qualità di ovociti ed embrioni, con i tassi di fertilizzazione e con le gravidanze di donne con PCOS.

L’acido folico non aiuta

La supplementazione con acido folico non è efficace nel ridurre l’omocisteinemia in donne con PCOS. Anche con l’uso di mega dosi pari a 25 volte il fabbisogno quotidiano (5 mg) l’effetto resta modesto.  Lo smaltimento di omocisteina avviene attraverso tre diverse vie metaboliche e l’acido folico supporta solo una di esse, peraltro in maniera imprecisa. Si tratta infatti di un surrogato sintetico con scarsa affinità per gli enzimi che lo utilizzano.

 

 

 

I micronutrienti di Impryl normalizzano l’omocisteina nella PCOS

Tre vie di smaltimento di omocisteina

Il normale metabolismo dell’omocisteina prevede il suo smaltimento attraverso tre vie alternative, tutte dipendenti da micronutrienti alimentari e tutte indispensabili. L’omeostasi cellulare segnala quanto di essa debba essere destinata a ciascun percorso. Qualsiasi supporto ad una sola via, oltre ad essere poco efficace, squilibra il metabolismo causando un eccesso da un lato senza correggere la carenza negli altri.

 

Impryl riduce l’omocisteina in tutte le pazienti trattate

Il 100% di risposta ad un trattamento è considerato una chimera. Ed invece è quanto riportato da un nuovo studio pubblicato sul prestigioso J Endocrinol Invest. Il trattamento con Impryl ha ridotto l’omocisteina in modo clinicamente e statisticamente significativo e lo ha fatto in tutte le pazienti, anche in quelle con livelli iniziali normali. La completezza del supporto (tutte e tre le vie) e la compensazione dei possibili difetti genetici (metilfolato, metil-B12) spiegano questo risultato.

Impryl nella PCOS

Un intervento fisiologico

Impryl contiene una selezione di micronutrienti tipici della dieta mediterranea che lavorano sotto la guida dell’omeostasi cellulare al riparo da problemi di sovradosaggio o reazioni compensatorie. La presenza di micronutrienti attivati ne garantisce la funzionalità anche nei portatori di alcune comuni varianti genetiche difettive degli enzimi coinvolti.

Un intervento benefico

I valori normali di omocisteina sono difficili da stabilire. I laboratori considerano normale un range tra 6 e 12 μMol/L, ma valori ideali dovrebbero restare sotto 10 negli uomini e sotto 8.5 nelle donne. Una omocisteina aumentata è sempre patologica e va sempre trattata mentre un valore plasmatico normale non esclude problemi distrettuali (es. follicoli).

Le donne con PCOS dovrebbero preoccuparsi del loro livello di omocisteina soprattutto se soffrono di infertilità. Una concentrazione plasmatica normale non esclude un problema a livello follicolare. Il trattemento con metformina, soprattutto in quelle con familiarità per CVD, è un ulteriore motivo di attenzione.

Quando:

– Iperomocisteinemia

– Infertilità

– Resistenza alla PMA

– Trattamento con metformina

– Forte familiarità per CVD

Comments (0)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al trattamento dei dati personali in conformità alle nostre procedure per la tutela della Privacy secondo il GDPR, (General Data Protection Regulation - Regolamento UE 2016/679). Gli utenti sono invitati a prendere visione delle Modalità di trattamento dei dati personali e dei cookies

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi